Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2016

Grandi interpreti tra moda e arte : Ferré e Comte a Palazzo del Governatore di Parma

Immagine
Al via, oggi a Palazzo del Governatore di Parma, la doppia mostra "Ferré e Comte 'Dettagli'. Grandi interpreti tra moda e arte". 
Le due rassegne, che intrecciano la genialità sartoriale di Gianfranco Ferré e l'arte fotografica di Michel Comte si inseriscono nell'ambito delle iniziative per il bicentenario dell'arrivo di Maria Luigia d'Asburgo-Lorena a Parma, saranno aperte fino al 15 gennaio prossimo. 
Il progetto ideato da Alberto Nodolini e prodotto da Ankamoki, si snoda nelle sale del primo e secondo piano del Palazzo parmigiano: al primo piano si svolgerà la mostra 'Gianfranco Ferré e Maria Luigia: inattese assonanze', a cura di Gloria Bianchino e Alberto Nodolini in collaborazione con la Fondazione Gianfranco Ferré, mentre il secondo sarà dedicato alle installazioni di Michel Comte per 'Neoclassic' curata da Jens Remes, Alberto Nodolini e Anna Tavani.
"Questi - ha detto all'inaugurazione il sindaco, Federico Pizzarotti -…

Per Kirkeby al Museo d'arte Mendrisio

Immagine
Tra i maggiori artisti contemporanei del Nord Europa (al pari di Gerhard Richter, Anselm Kiefer, Jörg Immendorff, Markus Lüpertz e Georg Baselitz) Per Kirkeby si profila come una delle più straordinarie e complesse figure del mondo culturale scandinavo del dopoguerra: pittore ma anche geologo, scultore, scrittore, saggista, poeta, uomo di cinema e di teatro.
Con 33 tele di grandi dimensioni, 30 opere su carta e 6 sculture (di cui una alta quasi 4 metri collocata nel chiostro del complesso museale), la mostra organizzata al Museo d'arte Mendrisio - la prima grande retrospettiva in area italiana - sintetizza buona parte del suo lavoro.
Dei vari aspetti della sua poliedrica produzione il Museo d'arte di Mendrisio intende favorire quella personale stagione lirico-informale, strettamente legata ai paesaggi esplorati durante i suoi lunghi viaggi e caratterizzata da impressionanti dipinti di grande formato, che Kirkeby sviluppa - in una ricerca ininterrotta fino alle ultime opere del…

Slalom: Luca Sacchetti – Luca Zarattini

Immagine
COMUNICATO STAMPA - Venerdì 30 settembre 2016 alle ore 18.00 la GalleriaFabulaFineArt inaugura la sua prima stagione espositiva con la mostra Slalom: Luca Sacchetti – Luca Zarattini. Due artisti, due personalità a confronto e in dialogo. Uno Slalom fra pittura e scultura, fra tradizione e innovazione. 
Entrambi gli artisti, infatti, complice una comune, seppur diversa, formazione trasversale, propongono ricerche che non intendono la pittura e la scultura in modo esclusivo, ma al contrario tendono a mischiare le tecniche fra loro, spesso innestandole ad altre, muovendosi con disinvoltura fra originali installazioni e sconfinamenti nel design. Un fare trasversale che, dando per assolto che il medium dipende dalla strutturazione stessa della personale poetica, attraverso un processo d’identificazione diretta con il tempo, rigenera la cifra stessa della pittura e della scultura mostrandola nella sua contemporaneità. 
Le opere di Luca Sacchetti e Luca Zarattini, solcano così il tracciato d…

Bertozzi e Casoni. Minimi avanzi

Immagine
La mostra “Bertozzi & Casoni. Minimi avanzi” curata daStefano Papetti, Elisa Mori, Giorgia Berardinelli e Silvia Bartolini sarà inaugurata al grande pubblico sabato 26 novembre 2016 presso le magnifiche sale della Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno.
Preview esclusiva venerdì 25 novembre con cena gourmet su prenotazione.
Nata da un’idea di Verticale d’Arte, promossa e organizzata da quest’ultima in collaborazione con i Musei Civici di Ascoli Piceno e curata da Stefano Papetti, Elisa Mori, Giorgia Berardinelli e Silvia Bartolini, è la prima grande personale che ha luogo nelle Marche dedicata agli artisti Giampaolo Bertozzi e Stefano Dal Monte Casoni, romagnoli di provenienza ma internazionali di fama. L’esposizione ha come tema privilegiato il food in tutte le sue declinazioni: avanzi di cibo, rifiuti, lattine, rimasugli, pattumiere, ma anche fiori, farfalle, animali, giornali, ed elementi della vita quotidiana che, sapientemente smembrati e riassemblati, compongono le insolite nature…

Il Premio Internazionale d'Arte Contemporanea LYNX 2016 ha i suoi vincitori

Immagine
I premi agli artisti nelle quattro categorie in concorso (pittura, fotografia, digital art, grafica) sono stati assegnati nel corso di una cerimonia tenutasi domenica 25 settembre 2016 presso la sala del Teatro Piccola Fenice di Trieste. 
I curatori, Enea Chersicola e Riccardo Tripodi, insieme all’editore Franco Rosso (membro della giuria e del Direttivo dell’Associazione Culturale Il Sestante) hanno accolto i finalisti e proclamato i vincitori, fra i quali sono stati selezionati coloro che hanno ricevuto i 6 premi speciali fiera d’arte contemporanea e i 6 premi speciali Be Art Builder. 
I trofei dei primi premi appositamente realizzati dal laboratorio 23artstudio di Pietrasanta, sono sculture di bronzo galvanizzato con base in marmo di Aurisina.
Il primo premioper la categoria pittura è andato ad ex-aequo agli artisti Sara Arianpour (Iran) e Thomas Scalco (Italia). La seconda categoria in concorso, fotografia, ha visto primeggiare il pordenonese Gaetano De Faveri. Il premio alla migli…

Artquake centro italia

Immagine
Nel 2012, dopo il sisma dell'Emilia, Alberto Agazzani - critico sui generis, scomparso lo scorso anno - diede il via ad ARTQUAKE, ovvero il "sussulto dell'arte": Agazzani si appellò al "sistema" dell'arte italiana per mettere in atto una forma di aiuto dal basso, dove artisti, curatori, critici, potessero impegnarsi a restituire - ognuno facendo la propria parte - un poco di aiuto alle popolazioni colpite dal sisma che sconvolse l'area della bassa pianura modenese, ferrarese, mantovana. 
All'epoca l'operazione andò piuttosto bene, raccogliendo circa 600 opere che portarono a un ricavato di circa 120mila euro, che contribuì a rimettere in sesto alcune delle scuole più colpite della zona.
Ora l'iniziativa ritorna, stavolta guardando al Lazio e all'Abruzzo e alle zone colpite dal terremoto dello scorso 24 agosto, che ha messo in ginocchio i paesi di Amatrice, Accumuli, Arquata e Pescara del Tronto.
E così Lorenzo Paci di Equilibriarte, …

SOTTOBRACCIO

Immagine
SOTTOBRACCIO collettiva internazionale d’arte contemporanea a cura di Rossana Bucci eOronzo Liuzzi
8 Ottobre – 5 Novembre 2016 Inaugurazione: 8 Ottobre ore 19.00
MUSEO DELLA CITTA’ E DEL TERRITORIO Via Trilussa, 10 Corato (BA)
Orario: martedì, giovedì, sabato ore 17,30 – 20,30 mercoledì e venerdì ore 9,30 – 12,30 domenica 10,00 – 12,00  /  17,30 – 20,30 chiuso il lunedì


Stiamo procedendo secondo un ordine distruttivo in una società globale liquida. Viviamo la paura di precipitare enaufragar in questo mare di irrequietezza e fanatismo. La morte sventrata dal nulla, la crisi profonda delle ideologie, il mancato appello ad una comunità dei valori, la strada dell’indifferenza dove la luce svanisce è l’emblema di una fine e vivere “l’epoca rossa degli sputi e delle grida; il caos nello spirito” (Marcel Bélanger).
Disordini, conflitti, razzismo, apparire a tutti i costi, la società subisce il continuo processo di precarizzazione senza punti di riferimento; un consumismo che non si appaga nel possesso est…

Bologna dopo Morandi 1945-2015

Immagine
Settant’anni di arte bolognese concentrata in 150 opere. Ecco la sfida della mostra “Bologna dopo Morandi 1945-2015”, curata da Renato Barilli, organizzata dalla Fondazione Carisbo e dalla sua società Genus Bononiae. 
L’hanno presentata a palazo Fava, dove l’esposizione sarà di scena da quest'oggi fino all’8 gennaio , il presidente di Genus Fabio Roversi Monaco e quello della Fondazione Carisbo Leone Sibani, al fianco di Barilli. Dopo l’ultima esperienza che passava in rassegna sette secoli di arte locale, ora ci si concentra sul periodo che va dal 1945 fino all’anno scorso. In ballo, questa volta, ci sono opere provenienti in gran parte dalle collezioni della stessa Fondazione Carisbo, dal Mambo e dalla Galleria comunale di Bologna, nonché dagli artisti stessi così come da altre collezioni pubbliche e private. 
C’e’ spazio per una settantina di artisti, tutti nati o attivi a Bologna e dintorni, che hanno influenzato con la loro personalita’ e il proprio stile la storia dell’arte …

Carlo Migliorini. C’est la Vie

Immagine
In occasione della Dodicesima Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI - Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, lo spazio Made4Art di Milano presenta una mostra personale di Carlo Migliorini con una selezione di lavori rappresentativa della sua più recente produzione artistica.
Irriverente e colto sperimentatore, Migliorini ci conduce nel suo particolarissimo universo artistico ricco di riferimenti e omaggi ai grandi Maestri dell’arte moderna e contemporanea con un approccio ludico e autoironico, che fa emergere tutta la forza e la freschezza della sua creatività. Carlo Migliorini, che ha scelto come nome d’arte Sélavy, gioco di parole e pseudonimo utilizzato anche da Marcel Duchamp, espone presso Made4Art una serie di opere pittoriche dove le geometrie, le linee e i colori, le inclusioni di materiali e di oggetti fondono astrazione a figurazione, Cubismo a Surrealismo, dotte citazioni a ricerca artistica.

C’est la Vie, a cura di Elena Amodeo e Vittorio Schieroni, è…

Tra Figurazione e Astrazione

Immagine
“Tra Figurazione e Astrazione”, dall’8 ottobre al 10 dicembre 2016, Conrad Marca-Relli alla Galleria Open Art di Prato (Viale della Repubblica, 24). Curata da Mauro Stefanini, l’esposizione sarà inaugurata sabato 8 ottobre alle ore 17.30.
A più di dieci anni dalla mostra “Conrad Marca-Relli – Tensioni Composte”, la galleria Open Art di Prato, in collaborazione con l’Archivio Marca-Relli e la Galleria d’arte Niccoli di Parma, presenta una retrospettiva dedicata al grande artista americano, fondatore nel 1949 dell’8th Street Club con Rothko, Kline e De Kooning e, insieme agli stessi, nel medesimo anno, organizzatore dell’importante mostra “Ninth Street Show”, ritenuta la prima esposizione dell’espressionismo astratto.
Dagli anni Quaranta fino alla metà degli anni Ottanta, attraverso più di quaranta lavori, l’opera di Marca-Relli sarà indagata all’interno di questo percorso, a partire dagli esordi legati a un approccio figurativo fino ai collage, tecnica che ha rivisitato con esiti ricon…

Festival della Crescita a Venezia è "L’Arte di innovare"

Immagine
La tappa veneziana del percorso 2016 del Festival della Crescita, con edizioni speciali in 11 città, si terrà al Teatrino di Palazzo Grassi venerdì 23 e sabato 24 settembre. 
"L’Arte di innovare" è il titolo dell’edizione di Venezia e anche il fulcro delle riflessioni e dei progetti condivisi, tra arte, design e progetti culturali. Spaziando dalle best practice per garantire accessibilità e crescita “senza frontiere”, fino alle nuove applicazioni digitali per ampliare l’esperienza dei territori di arte e cultura, dentro e fuori dai Musei.
L’intero progetto, curato da Future Concept Lab, ha l’obiettivo di creare un circolo virtuoso tra i protagonisti dello sviluppo, siano essi cittadini o istituzioni, imprese o creativi, studenti o professionisti.


Gli incontri si terranno al Teatrino di Palazzo Grassi venerdì 23 settembre dalle 10 alle 19 e sabato 24 settembre dalle 10.30 alle 18.30. 
Registrazione gratuita su:  www.festivalcrescita.it 
Il programma completo

Valerio Adami

Immagine
da ANSA - La carriera artistica di Valerio Adami viene ripercorsa in una mostra retrospettiva, aperta dal 22 settembre al 12 novembre presso la Fondazione Marconi a Milano. Sono esposte 70 opere che partono dai primi anni Sessanta, quando Adami, nato nel 1935 a Bologna, iniziò ad affermarsi a Milano.
Nato artisticamente nel clima della Pop Art, soprattutto della scuola di Andy Warhol e Roy Liechtenstein, Adami è sempre rimasto legato alla realtà, espressa anche in visione fumettistica, ma inserendovi personaggi, ambienti e oggetti interpretati con intrecci surreali e colori acrilici netti, senza sfumature. Non ha neppure trascurato di rivolgersi talvolta ad ispirazioni letterarie e filosofiche. Tra le opere più significative di questa mostra figura "L'uovo rotto" (1964), dal cui guscio non esce però il solito pulcino, bensì un'auto Rolls-Royce rossa. Del 1976 è un altro grande dipinto: "Studio per un disegno d'après Glas", ispirato ad un testo del filos…

“Parole Visive”, sei artisti espongono al Quadrifoglio

Immagine
Dal 1° al 15 ottobre la Galleria d’Arte contemporanea Quadrifoglio di Via SS. Coronati 13 (Ortigia) ospiterà la mostra itinerante “Parole Visive”, una collettiva con opere di Giuliano Mammoli, Rita Mele, Teresa Pollidori, Luciano Puzzo, Alba Savoi, Ilia Tufano, a cura di Livia Turco Liveri (inaugurazione sabato 1° ottobre ore 18.00). 
La mostra, già allestita con successo a Roma (Studio Arte Fuori Centro, 17 novembre - 4 dicembre 2015) e a Napoli (Movimento Aperto, 15 - 30 gennaio 2016), propone un avvincente percorso espositivo in cui parole, lettere, numeri, ma anche simboli, immagini, frammenti, texture, manifesti strappati, ingranaggi abbandonati e specchi si trasfigurano, nell’immaginario degli artisti, in linee, forme, colori, ombre, luci, andamenti e ritmi visivi. Formando, come in un processo alchemico, nuovi oggetti e nuovi significati. 
Attraverso varie tecniche e modalità espressive - dalla tecnica mista alla tempera, dalla stampa digitale agli acrilici e vernici, dalla fot…

Il destino dei fiori alla Galleria Bonioni Arte

Immagine
La Galleria Bonioni Arte di Reggio Emilia (Corso Garibaldi, 43) presenta, dal 1 ottobre al 13 novembre 2016, la doppia personale di Giacomo Cossio e Massimo Pulini, artisti di diversa generazione, accomunati dall’interesse per un soggetto classico della pittura – i fiori – rivisitato in chiave contemporanea. Curata da Niccolò Bonechi, la mostra sarà inaugurata sabato 1 ottobre alle ore 17.00.


Il titolo dell’esposizione – “Il destino dei fiori” – allude al tema principale delle opere esposte, ma anche alla tecnica di realizzazione: da un lato la pittura (Massimo Pulini), ma su supporti non tradizionali, dall’altro l’accumulazione e l’inclusione di materiali sintetici (Giacomo Cossio). 
Quale il destino dei fiori dunque? Quale l’attualità della sua rappresentazione? Come spiega il curatore, «Massimo Pulini e Giacomo Cossio, pur essendo due autori che vivono la contemporaneità delle vicende sociali ed artistiche, hanno deciso di confrontarsi con un soggetto antico, quasi dimenticato: Pul…

Hypatiae Festival - Artisti e Scienziati sulla Costiera Amalfitana

Immagine
COMUNICATO STAMPA
Hypatiae Festival - Minori 16-17-18 settembre 2016
Cultura, arte e scienza. Tutto questo è Hypatiae Festival, l’evento organizzato da Hypatiae Arte e Scienza, associazione culturale non profit che vuole portare la cultura nella vita dei cittadini, mediante il divertimento, la passione e la sperimentazione, in programma il 16, 17 e 18 settembre a Minori, nella cornice mozzafiato, aspra e avvolgente della costiera amalfitana.
L’obiettivo della kermesse è incarnare e proporre i valori di figure poliedriche del panorama culturale internazionale, come Ipazia di Alessandria d’Egitto, filosofa e matematica greca martire della cultura, vissuta nel IV secolo a.C.
L’esempio di Ipazia sarà sotteso a tutto il programma del Festival: uomini e donne di alto profilo, del mondo della scienza e dell’arte, daranno vita a tre giornate ricche di contenuti ed emozioni, occasioni di dialogo tra artisti, scienziati e pubblico, con la volontà di crescere insieme come persone libere, amanti d…

Parola seme - Il duo Bianco-Valente espone alla galleria Davide Gallo

Immagine
Giovedì 22 settembre 2016, dalle 18 alle 20,30, la galleria Davide Gallo, sita in via Farini 6, secondo cortile, ha il piacere di inaugurare la mostra “Parola seme”, personale del duo Bianco-Valente.
Il tema sviluppato nella mostra, è la conseguenza di un’analisi che negli ultimi anni gli artisti hanno condotto sulla relazione tra parola, segno e suo contenuto visivo. 
Già nelle opere “Constellation of Me” per l'ISP 2014 del Whitney Museum, “Cosa manca”, “Il mare non bagna Napoli”, “Ogni dove” e “Towards You” gli artisti affrontavano la questione, sempre aperta, del rapporto tra linguaggio visivo e una condizione psicologica e sociale più profonda, rispetto a quella che si potrebbe immaginare ad un’analisi di superficie.
In “Constellation of Me”, Bianco-Valente chiedono agli abitanti di Chelsea, a New York, di descrivere il quartiere prima che questo diventasse un distretto del lusso, dell’arte e della moda. Ne esce fuori una mappatura sociale che è anche l’insieme di percorsi esi…