Post

Visualizzazione dei post da 2017

La quintessenza di Luca Brandi

Immagine
La galleria ZetaEffe di Firenze ospiterà dal 23 settembre al 19 ottobre le opere del pittore e scultore fiorentino Luca Brandi, conosciute in tutto il mondo ed in particolare negli Stati Uniti, dove il movimento dell’Espressionismo astratto è nato e si è diffuso. 
Il titolo della mostra “quintessenza” ci suggerisce un percorso che vuole farci rivivere la forza e l’energia dell’acqua, dell’aria, del fuoco e della terra, in chiave contemporanea. Desidera farci pensare proprio alla radice di tutto, al fatto che dipendiamo totalmente dalle stesse quattro sostanze di cui è composto il mondo e che animano quasi tutte le culture sia d’Oriente che d’Occidente. Lo spazio in cui possiamo ritrovare la quintessenza dei quattro elementi è quello creato da Luca Brandi nelle sue opere. Ed è nell’estratto più puro delle cose, la quintessenza dell’arte.
Catalogo a cura di Paola Facchina

Galleria ZetaEffe,
via maggio 47 rosso firenze
23 settembre - 19 ottobre 2017

Proclamati i vincitori dell'ultima tappa di Portfolio Italia 2017 - Bibbiena

Immagine
La FIAF - Federazione Italiana Associazioni Fotografiche, associazione senza fini di lucro che si prefigge lo scopo di divulgare e sostenere la fotografia su tutto il territorio nazionale, annuncia i vincitori del «18° FotoConfronti», ultima tappa di “Portfolio Italia 2017 - Gran Premio Hasselblad” che si è tenuta a Bibbiena il 16 e il 17 settembre all’interno di un weekend ricco di proposte culturali ed eventi come l’incontro col MiBACT, “Crediamo ai tuoi occhi 2017” e l’inaugurazione di due nuove opere di “Bibbiena città della Fotografia”.
Ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento sono stati i fotografi Valerio Polici con “Interno” e Ciro Battiloro con “Sanità”.
Valerio Polici, fotografo di Roma che ha presentato un Portfolio composto da 17 immagini a colori realizzate fra il 2015 e il 2017, con “Interno” ha vinto il primo premio, dimostrando che la fotografia può essere un dispositivo in grado di sollecitare l'inconscio e generare emozioni sorprendenti e perturbanti. L'…

The Human Landscape

Immagine
Dal 23 settembre al 19 ottobre 2017 ExpArt studio&gallery, in via Borghi 80 a Bibbiena (AR), presenta “The Human Landscape”, doppia personale di Jonathan Di Furia e Roberto Loreto a cura di Silvia Rossi.
L’esposizione, a ingresso libero e gratuito, sarà visitabile dal martedì al mercoledì con orario 15,30/19, dal giovedì al sabato con orari 9,30/12 e 15,30/19, o su appuntamento. Sabato 23 settembre, dalle ore 17, l’inaugurazione in galleria con l’aperitivo offerto da Bar Le Logge. 
LA MOSTRA: “Paesaggio: parte di territorio che si abbraccia con lo sguardo da un punto determinato”. Ponendo questo “punto” laddove esso effettivamente si trova, quello che spesso ci ritroviamo a osservare non è l'insieme dei complessi geografici e naturali di un luogo, bensì le dinamiche umane che lo plasmano e lo muovono.  Posizionando lo sguardo nelle nostre immediate circostanze, quello che vedremo non sarà altro che un paesaggio umano, composto di forme quanto di emozioni, di architetture quant…

Il mio nome è Giulia / My name is Giulia

Immagine
Dopo due tappe a Berlino, la mostra fotografica dell’artista toscana Giulia Efisi dal titolo Il mio nome è Giulia / My name is Giulia torna nella terra d’origine dell’autrice per dar vita a un evento inedito in cui il linguaggio della visione incontra quello delle parole. 
In occasione della mostra presso la Galleria fiorentina Casa Abitata, lo scrittore Marco Vichi ha composto un testo per ognuna delle immagini esposte, offrendo una lettura personale delle suggestioni all’origine dei frammenti visivi raccolti da Giulia Efisi con l’ausilio del mezzo fotografico. 
Queste brevi frasi non sono vere didascalie, non raccontano la verità sugli scatti di Giulia Efisi, sono soltanto suggestioni scaturite dalla vista delle immagini, pensieri personali che invitano chi visita la mostra a fare altrettanto, o a non fare niente”, commenta Vichi.
Un’originale esperienza asincrona, quella dei due artisti, elaborata attraverso alfabeti, motivazioni e vissuti diversi, convergenti in una narrazione ch…

L’arte in tasca. Calendarietti, réclame e grafica 1920-1940

Immagine
Al Museo della Figurina di Modena, una mostra sui piccoli capolavori dell'Art Déco: i calendarietti tascabili, piccoli omaggi profumati nati tra il 1920 e il 1940 dal talento di artisti, grafici, pubblicitari e illustratori dell’epoca.
A Palazzo Santa Margherita (corso Canalgrande 103, Modena), dal 15 settembre 2017 al 18 febbraio 2018, L’arte in tasca. Calendarietti, réclame e grafica 1920-1940, a cura di Giacomo Lanzilotta, approfondisce una forma d’arte molto diffusa in quel ventennio che intercorre tra la due guerre mondiali e che vede anche la nascita e l’evoluzione dell’Art déco: i calendari da tasca, i cosiddetti ‘calendarietti del barbiere’, rappresentati in mostra da ottanta esemplari, per un totale di oltre 300 immagini, accanto ai prodotti affini a quel mondo – réclame, etichette, confezioni di profumi, cosmetici e oggetti rari come un curioso apparecchio spuzza-profumo a monete degli anni Trenta  – in un percorso espositivo suddiviso per tematiche (dalla profumeria all…

Albe e Tramonti – i borghi più belli d’Italia

Immagine
L’Associazione Culturale “La Medusa”, operante principalmente in Umbria a Gubbio, in considerazione della designazione del 2017 da parte del MIBACT ad 'anno dei Borghi D’Italia', promuove la Mostra collettiva d’arte contemporanea dal titolo “Albe e Tramonti – i borghi più belli d’Italia”, collettiva dedicata al tema dei paesaggi e borghi più suggestivi del nostro paese.
Accolta nella pregevole cornice di Palazzo dei Capitani ad Ascoli Piceno. La collaborazioni tra città diverse e regioni vicine ci ispira per nuovi progetti artistici interregionali, come “Albe e Tramonti – i borghi più belli d’Italia”, che vede il gemellaggio tra due città che della bellezza dei propri borghi ne hanno fatto il loro tratto distintivo.
Convinti che l’arte sia un linguaggio universalmente riconosciuto e che il tema della del “borgo Italiano”e’ stato in passato con i grand tour di enorme fascino, ed è ancora estremamente caro agli artisti, la nostra Associazione intendere promuovere un evento artis…

GIANCARLO FABBI : NO-BODY

Immagine
Lo spazioMADE4ARTdi Milano è lieto di presentareNO-BODY, personale dell’artista fotografoGiancarlo Fabbi(Modena, 1956) a cura diElena AmodeoeVittorio Schieroni

In esposizione una selezione di opere realizzate negli ultimi due anni lungo la foce del Po, paesaggio di grande suggestione e impatto visivo, luogo dove il tempo pare si sia fermato in maniera immutabile spingendo lo spettatore a un’analisi introspettiva. Accanto a un nucleo di lavori nei quali l’assenza dell’uomo lascia spazio a una natura selvaggia e incontaminata, una serie di scatti sono rivolti invece alla presenza umana, rappresentata nelle sue opere da una delicatasilhouettefemminile.
I raffinati scatti in bianco e nero di Giancarlo Fabbi mettono in risalto tutti gliaspetti dell’ambiente naturale: una selvaggia vegetazione che emerge dalla sabbia, il susseguirsi di alberi a perdita d’occhio, la vastità degli orizzonti tra cielo e mare, tronchi che, come grandi sculture, dominano la riva. Letracce dell’uomointegrano ques…

Project Room #5 | Alis/Filliol | eud

Immagine
Dal 20 settembre al 27 ottobre 2017, la Fondazione Arnaldo Pomodoro di Milano ospiterà la prima personale a Milano di Alis/Filliol, duo formato da Davide Gennarino (1979) e Andrea Respino (1976). L’iniziativa è la seconda delle tre Project Room 2017, il cui progetto scientifico è curato da Simone Menegoi.
Per l’occasione, Alis/Filliol presenteranno una grande opera inedita, creata appositamente per lo spazio della Fondazione, in cui sarà la scultura a essere scelta come ambito di riferimento e campo di sperimentazione. Come nelle opere precedenti dei due artisti, anche questa rivisiterà le tecniche della scultura in modo inatteso e talvolta paradossale, rileggendo i suoi generi tradizionali alla luce di un immaginario contemporaneo.
Quello di Alis/Filliol non è solo un lavoro di scultura, ma anche un lavoro sulla scultura: sulla sua storia, sui suoi generi, sulle sue tecniche tradizionali. Ad esempio, nel ciclo di opere Fusione a neve persa (2008-2010), la cera da fonderia viene getta…

Doppio sogno - Opere di Gina Zandavalli Flangini 1899-1993

Immagine
Dal 16 settembre al 1 ottobre 2017 presso l'Associazione Culturale Costa del Rile verrà presentata la mostra retrospettiva "Doppio sogno - Opere di Gina Zandavalli Flangini 1899-1993" a cura di Silvia Rossi.
Esposizione di opere a olio e pastelli, con alcuni inediti, di Gina Zandavalli, pittrice molto produttiva fino agli anni Settanta del secolo scorso, con una cifra stilistica originale e riconosciuta già dagli anni Trenta. 
L'artista condivide la passione per l’arte col marito, il noto pittore Giuseppe Flangini. Pur riferendosi spesso alla medesima realtà visiva e culturale, giunge a esiti pittorici del tutto peculiari, aderendo anche al Japonisme, come ha sottolineato nella sua lettura critica la curatrice, Silvia Rossi, che ha, inoltre, evidenziato un’innovativa peculiarità dell’artista, relativamente alla produzione di arte sacra:  “Nella produzione sacra della Zandavalli, che diviene sempre più importante a partire dagli anni ’50 (come testimoniano, tra le alt…

RE-Start

Immagine
Dal 14 settembre al 14 ottobre 2017 il centro benessere “Corpo e Mente” di via Tanucci 21, ad Arezzo, ospita “Re-Start”, doppia personale di pittura di Simone Anticaglia e Tonino Puletti a cura di Marco Botti.
È il quinto appuntamento di “Forme astratte tra corpo e mente”, un progetto espositivo promosso dall’associazione culturale AltreMenti che vedrà coinvolti fino a dicembre artisti di talento.
L’inaugurazione, a ingresso gratuito per i tesserati dell’associazione AltreMenti, si terrà giovedì 14 settembre a partire dalle ore 20 con un piccolo buffet. Per l’occasione Laura Giannini e Giuseppe Soncin presenteranno una performance di “Massaggio armonico” accompagnato da strumenti etnici come il didgeridoo, la kalimba, le campane tibetane e il bastone della pioggia. 
LA MOSTRA Il calendario espositivo a Corpo e Mente riprende dopo la pausa estiva con un appuntamento imperdibile, la prima doppia personale in cinque stagioni di eventi.  “RE-Start” rappresenta per i due autori una riparten…

Il suono dei luoghi - il suono del silenzio

Immagine
Sabato 16 settembre 2017 alle ore 18.00 la Galleria FabulaFineArt presenta 'Il suono dei luoghi - il suono del silenzio', personale di Franco Marrocco a cura di Vittoria Coen e Annamaria Restieri
La mostra raccoglie gli ultimi tre anni di ricerca dell’artista, improntata sulla sperimentazione di impasti cromatici, trasparenze e di interazioni materiche evocatrici di sentimenti naturalistici, suggestioni liriche indefinite e mutevoli che si estendono come materia/immateriale ma nello allo stesso tempo percepibile e tattile. 
Il recente ciclo pittorico è il risultato di un lento processo di sedimentazione e decantazione di visioni e sonorità naturali. Tra gli ampi territori, i coraggiosi cromatismi convivono con i delicati equilibri di superfici dipinte. In un ritmo, di volta in volta differente, si dipanano i segni casuali e le forme leggiadre della natura. Nei giochi intricati di erbe ed arbusti che tracciano una texture tutta nuova ed originale, l’artista percepisce la sinc…

FotoConfronti 2017

Immagine
Il Club Fotografico AVIS Bibbiena EFI, insieme al CIFA - Centro Italiano della Fotografia d’Autore e alla FIAF – la Federazione Italiana Associazioni Fotografiche, presenta un appuntamento assolutamente da non perdere: FotoConfronti 2017 (15-16-17 settembre). La manifestazione, giunta quest’anno alla sua 18° edizione, si presenta ancora una volta con un ricco programma di eventi e di occasioni per tutti gli appassionati di fotografia. 
Ad animare le celle del CIFA saranno gli Autori selezionati nelle due sezioni, “Percorsi” e “Autoedizione”, del concorso “Crediamo ai tuoi occhi 2017”. Per la sezione “Autoedizione” l’opera vincitrice è “La serra” di Carlo Panza; per la sezione “Percorsi” ha vinto il progetto “Gli orti urbani: ritorno alla terra e alla comunità” di Maria Caterina Feole. Le opere rimarranno esposte fino al 12 novembre 2017.
Punta di diamante della manifestazione sarà ancora una volta lo spazio dedicato alle lettura portfolio in occasione della quale esperti di fotografia…

Texture

Immagine
La Galleria Bonioni Arte di Reggio Emilia (Corso Garibaldi, 43) presenta, dal 16 settembre al 22 ottobre 2017, la mostra d’esordio del collettivo Da-Dabrith, curata da Federico Bonioni con un testo di Vittoria Coen.
Intitolata “Texture” in riferimento alla particolarità dei materiali utilizzati – pizzi floreali e smalti – l’esposizione raccoglie una ventina di quadri, tutti di recente produzione, caratterizzati da una tessitura trasparente che consente la visione del supporto.
La scelta di conservare gelosamente l’anonimato è tesa a negare la personalizzazione dell’artista, dell’uomo, in un’epoca di marcato narcisismo. Proprio per questo, le opere stesse sono firmate con un timbro: riproduzione grafica di un logo che sembra alludere alla consuetudine in uso presso i grandi designer del passato.
«La texture del lavoro – scrive Vittoria Coen – è apparentemente semplice. Il supporto è il telaio, come uno scheletro visto ai raggi; esso ci permette di vedere la struttura di un lavoro che n…

September Contemporary a Rossocinabro

Immagine
Dal 14 al 30 settembre 2017, Rossocinabro in collaborazione con l'agenzia di arte G. Llc di New York presenta a Roma la mostra "September Contemporary", una selezione di opere  di artisti provenienti da Stati Uniti, Europa, Giappone e Australia.
L'evento dà una grande opportunità per investire in arte internazionale, ed è una vetrina per gli artisti ben consolidati e per i giovani talenti. I visitatori possono aspettarsi una varietà di dipinti, arte fotografica, arte urbana e sculture in diversi stili. La mostra è curata da Cristina Madini e Joe Hansen .
Artisi in mostra: Eduard Almashe, Renate Anding, Dina Babay, Helga Borbás, Elda Calabrese, Daniele Calvani, Chiara Casarini, Laura Casini, Giovanna Fabretti, Frans Frengen, Francesca Guetta, Jaanz Lynn, Osamu Jinguji, Angelika Kahl, Hiroshi Kawazumi, Agnieska Konopka, Mirella La Rosa, Lady Yupiigold, Sybille Lampe, Lisa J Levasseur, Giacoma Lo Coco, Lokke, Stjepko Mamic, Vincenzo Messina, Elvio Miressi, Päivyt Niemel…

Sulle vie dell’illuminazione. Il mito dell’India nella cultura occidentale 1808-2017

Immagine
Dal 24 settembre 2017 al 21 gennaio 2018 il Museo d’arte della Svizzera italiana, nell’ambito del progetto FOCUS INDIA, dedica una grande mostra all’India e all’influenza da essa esercitata sulla cultura e l’arte occidentale nelle sue diverse espressioni. 
Sulle vie dell’illuminazione. Il mito dell’India nella cultura occidentale 1808-2017” offre uno sguardo ampio e diversificato sul modo in cui, dall’inizio dell’Ottocento a oggi, la realtà indiana – con le sue tradizioni, religioni, paesaggi, culture e forme artistiche – ha affascinato e influenzato in maniera crescente il mondo artistico e culturale occidentale. A cura di Elio Schenini, la mostra è posta sotto al patrocinio dell’Ambasciata indiana in Svizzera.
Il percorso espositivo, esteso sui due piani del Museo, declina il tema portante della mostra attraverso 400 opere e una molteplicità di materiali, mettendo in luce la profonda influenza che l’India ha esercitato sull’arte e sulla cultura occidentale negli ultimi due secoli: …

The Timeless Dance. Beyond the Mountains

Immagine
Approda al Complesso del Vittoriano - Ala Brasini di Roma - sotto l’egida dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano e con il Patrocinio della Regione Lazio e di Roma Capitale - la prima tappa della mostra The Timeless Dance. Beyond the Mountains, un viaggio fantastico alla scoperta delle opere e dell’universo di valori di Mao Jianhua, imprenditore a lungo impegnato a livello internazionale che, una decina di anni fa, ha saputo dare una svolta alla propria esistenza avviando un intenso percorso d’indagine dei fondamenti culturali e spirituali di certa tradizione cinese. 
Martedì 12 settembre alle 11.00 l’artista cinese, affiancato dalla curatrice della mostra Martina Marzotta, illustrerà alla stampa le sue opere che scandiscono un percorso a spirale, in sette tappe, suddiviso per concetti ed emozioni: tutte eseguite con pennello e inchiostro su carta di cotone fatta a mano. L'esposizione resterà aperta al pubblico dal 13 al 26 settembre 2017. 
Gestione e organizzazione …

Festival della Letteratura di Viaggio

Immagine
In occasione della sua X edizione, il Festival della Letteratura di Viaggio, nato a Roma nel 2008 e promosso da Società Geografica Italiana, e dedicato al racconto del mondo, di luoghi e culture attraverso diverse forme di narrazione del viaggio, si moltiplica in tre regioni diverse.
Aprirà a Ostuni (dall'8 al 10 settembre), per proseguire poi a Benevento con l'inaugurazione della mostra 'L'Appia ritrovata.In cammino da Roma a Brindisi' di Paolo Rumiz e compagni (dal 17 settembre) e concludersi a Roma (dal 21 al 24 settembre).
La presidenza onoraria del Festival è di Stefano Malatesta, la direzione artistica è di Antonio Politano. Il programma di Ostuni si articola in una ventina di appuntamenti tra incontri, mostre, laboratori e passeggiate d'autore. Gli incontri sono condotti da Giovanna Zucconi, giornalista e scrittrice. 
Umberto Galimberti, Valerio Massimo Manfredi, Valerio Magrelli, Franco Arminio e Raffaele Nigro sono solo alcuni degli ospiti.

Room Service alla Reggia di Caserta

Immagine
La Reggia di Caserta ospita la collettiva di street art Room Service, curata da Pia Lauro. Una mostra realizzata con interventi site specific degli artisti internazionali HaloHalo, Lucamaleonte, Rero, Sbagliato, 2501, per proporre una riflessione sul confine tra ciò che viene percepito come Reale e l'autentica Realtà delle cose stesse.
Ogni individuo nella propria vita prende parte o assiste ad una serie di eventi storici, fenomeni culturali e sociali, processi economici, dei quali il più delle volte non riesce ad afferrarne la realtà oggettiva, ma una realtà fittizia. Il titolo della mostra, Room Service, ovvero servizio in camera, suggerisce l'idea di un accesso privilegiato a spazi privati, la possibilità di svelare realtà tenute nascoste e riportarle ad una dimensione pubblica. Una riflessione che nasce dal fascino di un ambiente museale fortemente caratterizzato dalla sua storia, che si fa luogo di indagine sul presente attraverso l'interpretazione degli artisti. Le s…